Menu Chiudi

Osimhen, il Bayern mette sul piatto 120 milioni per il Napoli!

NAPOLI – Le stelle stanno a brillare, all’Allianz Arena: il macrocosmo di una squadra che vince sempre e non è mai stanca di continuare a farlo, un universo abbagliante, ricchi premi a pure i cotillons. E ora che Lewandowski rischia di andarsene via, al Bayern si sono messi a cercare un sostituto che sia adeguato – in prospettiva – alla sontuosa esuberanza tecnica del centravanti polacco: un nome, per cominciare, è venuto fuori qualche settimana fa, nella telefonata esplorativa che da Monaco di Baviera hanno fatto a Napoli, per capire. In genere comincia così, il resto viene da sé. Adl ha tracciato un percorso che non consente sconti, ci vogliono 110 milioni per aprire il dialogo sul centravanti nigeriano e, in uno slancio di «generosità», la chiameremo così, si potrebbe arrivare (difficilmente) a cento. Ma questa è teoria e poi c’è la pratica, in realtà si chiamerebbe trattativa. Ma l’idea, di per sé, è già una notizia e in Germania ha cominciato a cavalcarla lateralmente. La Bild, ieri, non ha avuto dubbi su chi possa essere l’erede di Lewandoski ed ha tentato di saperne di più da Gernot Rohr non solo ex difensore del Bayer Monaco ma pure, e guarda un po’, l’ex Commissario Tecnico della Nazionale nigeriana, uno che sa tutto e di tutti, di chi dovrebbe comprare e anche del soggetto del desiderio che potrebbe riempire l’estate bavarese. «Se Lewandowski dovesse seriamente andar via, allora il sostituto ideale sarebbe Osimhen. Che per me non avrebbe difficoltà ad imporsi anche a Monaco». Come ha fatto a Lilla, come ha fatto a Napoli, come si intuisce possa fare ovunque, perché nelle corde di questo giovanotto c’è un calcio verticale, una prepotenza atletica ed una fame che l’ha già sistemato in cima ai pensieri di mezzo mondo.

Guarda la gallery

Napoli, parte il calciomercato: obiettivi e possibili cessioni

La richiesta del Napoli

Per far la spesa, a modo suo, il Bayern sarebbe andato persino al di là di De Laurentiis, che con 110 milioni si lascerebbe convincere: secondo i giornali tedeschi, il club pluridecorato avrebbe persino stanziato 120 milioni di euro per provare ad inseguire un attaccante che lo tenga al riparo da sorprese e che non faccia soffrire per l’addio di Lewandowski, che (non solo) statisticamente ha pochi concorrenti, visto tutto quello che è stato capace di fare nella sua lunga esperienza. Poi, elemento aggiuntivo che spinge a crederci, la precedente esperienza di Osimhen in Germania, al Wolfsburg: stagione 2017-2018, primo impatto del nigeriano (all’epoca diciannovenne) con il calcio europeo, quindici presenze e zero reti, tanti dubbi e varie perplessità, spazzate via rapidamente al Charleroi in Belgio e poi definitivamente rimosse al Lilla. Il Napoli l’ha pescato lì, in un affare che adesso ha agitato anche la Procura: settanta milioni di valutazione complessiva, nel contesto di un’operazione che alla fine ha però costretto a versarne quarantanove o qualcosa di simile. Se il Bayern dovesse fare sul serio, sarebbe una plusvalenza limpidissima.

{authorlink}

https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/calcio-mercato/napoli/2022/07/04-94381797/osimhen_il_bayern_mette_sul_piatto_120_milioni_per_il_napoli_