Menu Chiudi

Milan, tre super candidati per il ruolo di trequartista (e potrebbero arrivarne due)

De Ketelaere costa tanto e c’è la concorrenza di Premier e Bundesliga: le alternative sono Dybala (a costo zero) e Ziyech (a 5 milioni). Ma non solo

Luca Bianchin

“L’immaginazione governa il mondo”, diceva Napoleone Bonaparte, francese come Giroud, sconfitto in Russia come Rebic, mancino come Theo. E allora, che si aggiunga un po’ di immaginazione a questo Milan.

I campioni d’Italia oggi cominciano ad allenarsi ma i tifosi a bordo campo avranno un occhio sui primi gol della stagione, l’altro sullo smartphone: “Vediamo se abbiamo comprato qualcuno”. E il Milan qualcuno prenderà, magari non in settimana ma presto, a titolo definitivo o in prestito. La certezza – esistono certezze nel calciomercato? beh, si fa per dire, diciamo “grandissima probabilità” – è che il Milan investirà il grosso del suo budget in attacco. Meglio, sulla trequarti.

IL BIONDO

—  

La decisione nasce a Badhoevedorp, che sembra una città inventata e invece è il luogo di nascita di Sven Botman. L’olandese ha scelto il Newcastle, nonostante il Milan fosse pronto a investire 35 milioni su di lui, liberando il budget per l’estate rossonera. Il Milan, che già considerava prioritaria una coppia di rinforzi in zona trequarti, ora può fare un investimento. E vuole fare un investimento entro la metà di luglio. Al centro dei ragionamenti, Charles De Ketelaere, il biondo che studiava latino, il belga che ricorda un brasiliano (Kakà, chiaramente), il gigante che gioca nelle zolle dei piccoletti. CDK sembra disegnato per il Milan di Elliott: guadagna poco, ha talento, è giovane e rivendibile con margine, ha già giocato in Champions, ha la testa giusta. Pioli aggiungerebbe: “E gioca anche in tre-quattro posizioni, che a me fa sempre comodo”. Bene, anche se per il Milan è soprattutto un 10. A bilanciare il ritratto idilliaco, un paio di questioni: De Ketelaere è inevitabilmente un po’ acerbo – l’effetto San Siro sarebbe tutto da testare – e costa 30-35 milioni.

ROSSO O VERDE

—  

Il Milan può investire buona parte del suo budget su un solo calciatore? Affermativo. In questo momento, non sarebbe un problema. Quindi, per De Ketelaere nei prossimi giorni ci sarà una decisione da prendere, dopo queste settimane di limbo. Semaforo verde: fare l’offerta definitiva al Bruges, sperando che Premier e Bundesliga, con i loro budget XL, non si innamorino. Semaforo rosso: rinunciare e passare oltre. È possibile esca la luce verde, perché Charles piace a tutti, ma le alternative non mancano. Sono alternative – e questo piacerà ai tifosi – che possono diventare… complementari.

I DUE MANCINI

—  

Hakim Ziyech e Paulo Dybala sono gli altri profili molto considerati, assieme ad Asensio che però costa parecchio e ha un ingaggio pesante. De Ketelaere, Ziyech, Dybala, un grande tris per un 2×3 di grande talento. Il Milan ha due caselle da riempire, il numero 7 e il numero 10, e sì, ha la forza per prendere una grande coppia. De Kelelaere e Ziyech? Sì, possibile. De Ketelaere e Dybala? Più complesso tatticamente ma non da escludere. Ziyech e Dybala? Sì, a patto di governare gli equilibri di spogliatoio con due stipendi ingombranti. Il Milan ci pensa e soprattutto ci spera, senza dimenticare Berardi e Marco Asensio, che ha solo uno svantaggio competitivo: richiede uno sforzo sia alla voce stipendio sia alla voce cartellino, considerato che il Real – altro che scadenza 2023 – per lui chiede almeno 20 milioni.

CHI SCEGLIERE

—  

De Ketelaere, Ziyech e Dybala hanno pro e contro piuttosto evidenti e da qui è giusto partire per capire chi ha più chance di vestire rossonero. Costo per l’acquisizione: 30-35 milioni per De Ketelaere, 0 per Dybala, qualche milione per il prestito per Ziyech, con un riscatto intorno ai 20 milioni. Livello di stipendio: 2-2,5 milioni per De Ketelaere, 4-5 milioni come tetto per l’offerta a Dybala, una cifra simile per Ziyech su cui però… è il caso di chiedere al Chelsea. Hakim in blu guadagna di più, così il Milan guarda da lontano. Aspetta la stagione dei saldi, i giorni in cui il Chelsea concederà un prestito con pagamento parziale dello stipendio. Contributo in campo: Dybala è l’unico testato in A ma anche il giocatore che meno aiuta in fase di non possesso.

TURBO

—  

Sarà questione di tempi e opportunità, questo è evidente. Dybala oggi è controllato dall’Inter, unica squadra ad avergli proposto un contratto da 5 milioni più uno di bonus. Tra dieci giorni, chissà. La grande certezza è che il Milan oggi entrerà in un acceleratore di particelle: tutto, da ora, andrà più veloce. La grande attesa produrrà risposte sui candidati di talento, su Renato Sanches (lui è convinto di andare il Psg, il Milan… meno) e su altri obiettivi che inevitabilmente si faranno spazio. Gli obiettivi però sono chiari: due stelle sulla maglia, due stelle sulle trequarti. Che cosa può volere di più dalla vita un milanista?

{authorlink}

https://www.gazzetta.it/Calcio/Calciomercato/Juventus/04-07-2022/milan-il-trequartista-lizza-de-ketelaere-dybala-ziyech-4401264792328.shtml